Colpo di scena: il Mantova potrebbe passare a Maurizio Setti

Chi pensava ad una regolarizzazione dei rapporti tra gli attuali soci del Mantova 1911 deve riscredersi, in quanto è di queste ora la notizia trapelata da voci molto vicine alla societa’ e riportata sulla stampa locale, dell’acquisto del 51% delle quote della societa’ biancorossa da parte dell’attuale patron del Verona, Maurizio Setti, imprenditore carpigiano attivo nel settore dell’abbigliamento , tra i cui marchi compare Manila Grace.

La notizia è un fulmine a ciel sereno ed anche se manca l’ufficialita’ ( e lo sottolineiamo visti i teatrini ai quali abbiamo assistito in questi anni..) , la piazza sembra accogliere con entusiasmo l’arrivo del presidente dell’Hellas , anche se nella vicina citta’ scaligera non è che il buon Setti stia raccogliendo grande popolarita’ visti i dubbi avanzati da alcuni media nazionali sulla sua effettiva proprieta’ gialloblu (LEGGI QUI).

Tralasciando per un attimo i fattori di  pseudo rivalita’ sportiva con la vicina Verona ( lontana anni luce calcisticamente parlando dalla nostra realta’ con ben 3 formazioni a livello professionisico …) , riteniamo che un ingresso come azionista di maggioranza di Setti, possa dare un iniziale sprint per la risalita del calcio biancorosso, liberando la piazza da una dirigenza che non ha dato alcuna dimostrazione di solidita’ e soprattutto di rispetto dei programmi per i quali era stata prescelta dal sindaco Palazzi come “cordata” della rinascita nel Luglio 2017.

E’ altrettanto evidente che il sig. Setti , se arrivera’ a Mantova, dovra’ dimostrare con i fatti e non solo , che l’avventura biancorossa non è per lui un progetto di secondo piano, perché a Mantova di mezze figure ne abbiamo già viste troppe e di un’altra ne faremmo tranquillamente a meno ; in questo caso sarebbe veramente  meglio chiudere “baracca e burattini”  e ripartire  da ZERO.