Dilettanti: chi sale e chi scende nell’ultimo turno di campionato




CHI SALE

GOVERNOLESE: la vittoria dello scorso turno di campionato, dopo alcuni turni nei quali sono stati dati piccoli segnali di ripresa, ha ridato fiducia all’ambiente che ora spera, ed è anche nelle condizioni, di agganciare le posizioni che contano.

NAC Curtatone:  i ragazzi di patron Ferretti sono la formazione mantovana che piu’ di tutte conferma le attese della vigilia. I positivi risultano ottenuti fino ad oggi confermano il buon lavoro della societa’ e le positive prospettive in campionato.

SPORTING CLUB: la battuta d’arresto del precedente turno di campionato è stata dimenticata con un sonante 3-0 nei confronti del Nuvolera Montichiari,  confermando un terzo posto forse insperato ad inizio torneo.

QUISTELLO:  il successo ottenuto contro la lanciatissima Ceresarese ha confermato tutte le potenzialita’ della formazione di patron Tirelli che ora ha nell’obiettivo le primissime posizioni della classifica.



CHI SCENDE

CASTELLANA : i ragazzi di mister Cogliandro non riescono a prendere ritmo,  anche se domenica scorsa a Prevalle un pareggio non avrebbe gridato allo scandalo. La classifica pero’ piange e quindi è necessario un deciso cambio di rotta.

CASTIGLIONE:  i rossoblu hanno subito un altra pesante sconfitta, con il conseguente esonero di mister Faini , primo  ma non unico, responsabile di questo “sfacelo” sportivo. Se i ragazzi di patron Garbisi vogliono mirare alla vetta dovranno avere ben altro passo.

SUZZARA:  come per il Castiglione, anche per le zebrette il momento è tutt’altro che favorevole, con la piazza , da sempre calda ed appassionata, che inizia a mugugnare. La sconfitta con il Torrazzo di domenica scorsa non era preventivabile e quindi ora è il momento di riprendere  nel derby con la Poggese una corsa che ad oggi sembra piu’ un passo lento.

SPORTING PEGOGNAGA:  per gli scoiattoli rossoblu, la sconfitta di domenica scorsa contro il Moglia è un campanello d’allarme che deve essere prontamente cancellato nel prossimo turno se si vorra’ mirare alle posizioni di testa.

Il Duca