Mantova 1911: il bonifico tanto atteso …seguendo la stella Cometa

Sono ore di “SPASMODICA” attesa per tutti coloro che vogliono il bene del Mantova Calcio, nell’attesa dell’ormai tanto decantato BONIFICO DI DANA, nuovo azionista “in pectore” della compagine societaria biancorossa. Evidentemente la storia sembra ripetersi per il famigerato FONDO del DUBAI  ( leggasi articolo allegato ), ma la cosa che risulta difficile da capire,  non del tutto poi, è come sia possibile che negli ultimi anni a Mantova si avvicinino SEMPRE E SOLO soci  senza le sufficienti forze finanziarie  od addirittura inesistenti (vedasi “ i romani”) per sostenere un impegno sportivo in una delle poche piazze italiane che ancora segue con passione la propria squadra nonostante le sistematiche batoste sia sportive che  finanziarie.

Temiamo che il BONIFICO DI DANA non arrivera’ mai soprattutto per due motivi:

  • Primo il finanziere ferrarese chiede la governance della societa’ la quale, giustamente, vuole prima vedere cammello vedasi soldi e poi capire per qualche mese le vere intenzioni e disponibilita’ di Dana & Co.
  • Secondo : il mancato successo nei playoff ha di fatto escluso il Mantova da un possibile ripescaggio e di conseguenza Dana non vedendo possibilita’ di un business immediato sta preparando  il “passo indietro” , giustificandosi con l’assenza di fornitura di un bilancio aggiornato da parte dei soci ed il dubbio (SUO) che non ci sia chiarezza, cosa della quale nessuno potra’  accusare  l’attuale proprieta’ che ha fatto della trasparenza di bilancio il suo cavallo di battaglia purtroppo senza cavaliere , vedasi risultati sportivi adeguati. Ed in ogni modo il sig.Dana quando ha firmato il pre-accordo avrà sicuramente dato una scorsa ai bilanci, da uomo di mondo e non sprovveduto quale è.

Una cosa che non ci convince della gestione da parte dell’attuale compagine societaria è , come sia possibile che venga promessa la cessione di quote al 30/05/2018 senza  un benchè minimo acconto versato da parte del promissario acquirente, al fine di impegnarlo formalmente nell’acquisto alla data stabilita ed, in caso negativo, con diritto del venditore di trattenere la caparra.. Signori!!! Questo lo fa qualsiasi fornitore di Servizi!!! Se prenotate una vacanza, come minimo vi chiedono una minima caparra  per vincolare e veicolare l’acquisto del soggiorno!!! E’ mai possibile che per un MESE il futuro e l’organizzazione di una societa’ debba dipendere da un bonifico in arrivo dal DUBAI passando per Londra ??   Forse il denaro è stato depositato in una borsa ben protetta dalle gobbe di un dromedario che , partito come i re magi con oro, incenso e mirra , sta seguendo la stella cometa per raggiungere Betlemme frazione di Mantova.

Purtroppo caro tifoso mantovano, fino a quando non siedera’ sul “trono” di Viale Te una persona che abbia passione, denaro e soprattutto collaboratori validi, non potrai sperare nel genio della Lampada di Aladino, ma solo in farse come quella alla quale stiamo assistendo grazie alla Regia ed alla Produzione di qualcuno che nell’estate 2017 ha avuto questa  bella pensata.