Per il Mantova primo KO del campionato…ma indolore

Fonte: Mantovauno.it

Quella che sembrava una domenica trionfale, scaturita dai risultati dei primi tempi, con i biancorossi in vantaggio sullo Sporting Franciacorta ed i rivali del Fiorenzuola in svantaggio a Forli, e quindi con il  Mantova a  +10 punti sui piacentini , è terminata invece con un sostanziale “nulla di fatto” con i ragazzi del duo Garzon-Cuffa che sono usciti inspiegabilmente battuti dai bresciani , i quali hanno approfittato di una giornataccia dei biancorossi,  infilando per due volte la porta biancorossa tra la parziale delusione dei tifosi accorsi ad Adro. Diciamo parziale delusione, in quanto la sconfitta del Fiorenzuola ha reso meno amara la pillola della prima sconfitta in campionato, ma rimane il dubbio che Il Mantova abbia “gia’ dato” sia a livello fisico che mentale ed ora cerchi di arrivare alla fine del torneo cercando di limitare i danni e giocando “di conserva”. Puo’ essere solo un’impressione, peraltro confermata da quanto il calcio esprime da sempre, con formazioni che durante i lunghi campionati hanno sempre una pausa di riflessione sia in termini fisici che di risultati. La speranza è che questo sia solo un momento, del quale peraltro le avversarie sembrano di guardarsene bene dall’approfittare, inanellando pure loro prestazioni non certamente di alto livello.

 

Il Mantova probabilmente portera’ a compimento il proprio obiettivo , e qui tutti siamo autorizzati a fare gli scongiuri piu’ disparati, ma la nostra convinzione è che nel prossimo , eventuale , torneo di Serie C dovranno cambiare molti attori sia in campo che fuori, altrimenti il rischio di fare il passo dei gamberi sara’ decisamente alto. E’ quindi meglio che la dirigenza biancorossa, oltre a lavorare per portare a compimento al meglio questo campionato, inizi a guardarsi al proprio interno e bene…. a partire dal “presidente ombra” Setti, che a Verona sta vivendo il suo momento sportivo di gloria , dopo mesi di contestazioni anche pesanti.. I piedi in due scarpe a noi non sono mai piaciuti e la chiarezza VERA ( non di facciata  come spesso accade nel calcio….)  dovrà essere il primo passo per dare ai tifosi mantovani , da troppo tempo bistrattati , le soddisfazioni che cercano e che inseguono dopo tre anni  di frequentazione di campetti da oratorio… Forse qualcuno non si rende conto dove è …