Seconda categoria: successi esterni col botto per Ceresarese e Borgo Virgilio




Confermando i pronostici della vigilia, che davano il girone di seconda Categoria incerto e ricco di possibili sorprese, il primo turno di campionato non ha smentito le premesse, con risultati sorprendenti quali ad esempio la sconfitta casalinga per 1-2 del favorito Quistello di patron Tirelli contro un Sermide che ha dimostrato solidita’ ed opportunismo, candidandosi come autentica mina vagante del torneo. La rete della vittoria finale per gli ospiti nei minuti di recupero grazie a Bacchiega al termine di un veloce contropiede.  Negli altri incontri vittoria corsara per 3-1 da parte del Borgo Virgilio sul campo della Dinamo Gonzaga , crollata  nell’ultimo quarto d’ora di gara sotto i colpi a ripetizione di Sirianni (al 33′ della ripresa) , Dal Zoppo (al 35′ st) e di Halili nel finale di gara.

Negli altri incontri cinquina servita ai danni del Pomponesco da parte di una Ceresarese che conferma le previsioni della vigilia che la vedono tra le favorite alla vittoria finale. Poker d’assi per il Castellucchio che supera  per 4-1 una River che ha tenuto testa ai locali nel primo tempo, ma che nella ripresa è stata superata dai locali grazie ad uno scatenato Caronna che ha realizzato una doppietta , fornendo l’assist per il 4-1 finale al compagno Serraino. Pareggio senza reti nel big match tra Real Samb e Roverbellese  con la difese delle due formazioni che hanno impedito ai rispettivi attacchi di sbloccare il risultato,  con un Real decimato dalle squalifiche ereditate dalle code degli spareggi dello scorso torneo.

Successo per  2-1 sul campo della Medolese, per la favoritissima Serenissima di mister Baratti che riesce nella ripresa a superare i padroni di casa grazie ad una rete di  Kamal al 30′ della ripresa che cosi permette di biancoazzurri di conquistare i primi tre punti del torneo. Anche i Santi , lo scorso anno autori di un ottimo campionato, hanno raccolto i primi tre punti sconfiggendo di misura il Cavrianponti grazie da una rete di Gazzoni su calcio di punizione  e controllando senza difficolta’ la reazione dei collinari.

Lucio Travaglini